Il Prestito con Delega
è la formula di finanziamento che va ad affiancarsi alla Cessione del Quinto, per questa ragione è detto anche “Doppio del Quinto”. Semplificando, è il prestito in più. Difatti, lo si può richiedere anche se nel frattempo si ha un altro finanziamento in corso, senza particolari motivazioni. Può essere utilizzato da tutti i dipendenti e medici di base che abbiano bisogno di ottenere ulteriore liquidità per i loro progetti, senza dover fornire garanzie personali o di terze persone.

Presenta le stesse caratteristiche della Cessione del Quinto, ma accompagnandosi a quest’ultimo, offre la possibilità di ottenere rate mensili che possono arrivare fino a due quinti (ovvero il 40%) dello stipendio.

Cosa si intende per Prestito Delega in Convenzione?
Il prestito con delega può essere proposto ai dipendenti di Amministrazioni Statali o Pubbliche (in alcuni casi anche Private o Parapubbliche). In generale viene preventivamente sottoscritta un‘apposita convenzione tra l’Amministrazione da cui dipende il lavoratore e l’Istituto Bancario Erogante. Tale convenzione è sinonimo di trasparenza , affidabilità e spesso convenienza , in quanto nella maggior parte dei casi la convenzione prevede l’applicazione di tassi particolarmente vantaggiosi per tutti i dipendenti dell’ Amministrazione convenzionata. La Convenzione, infatti, può prevedere che il TAEG, (Tasso annuo Effettivo Globale) ovvero l’ indicatore economico finale dell’ effettivo costo del Finanziamento, non solo sia inferiore al Tasso Usura Trimestralmente definito da banca d’ Italia, ma addirittura che sia il 6% o addirittura l’ 8% inferiore al tasso determinato trimestralmente dalla Banca d’Italia. Ciò si traduce nel vantaggio per il dipendente di ricorrere ad un finanziamento che abbia condizioni economico-finanziarie assolutamente competitive sul mercato.

E’ una particolare forma di prestito personale disciplinata nella norma dell’art. 1269 C.C. (che
attribuisce al debitore la facoltà di affidare ad un terzo il pagamento), delegando il datore di lavoro a
trattenere dai propri emolumenti la rata mensile di rimborso e versarla direttamente all’Istituto di
Credito erogante il prestito.
In caso di necessità è possibile ottenere in simultanea: Prestito in Delega e Cessione del V°, qualora
la busta paga del dipendente consenta di supportare i relativi importi mensili che in totale non
superino la quota cedibile del V° dello stipendio.
Le Delegazioni di Pagamento possono essere effettuate con tutte le Convenzioni Attive con Enti
Pubblici/Statali/Parapubblici e Privati riferite ad Amministrazioni aderenti al Sistema NoiPa.
Documenti richiesti:
• Ultima busta paga
• Codice Fiscale
• Documento d’identità
• Modello CUD
Le categorie che possono usufruire dei finanziamenti:
• Dipendenti statali e pubblici
• Dipendenti privati
• Medici di base
•Dipendenti parapubblici

 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Hai bisogno di aiuto?

0 operatori online

Chiudi

Inserisci la tua email e premi invio per ricevere le risposte direttamente nella tua mail